Chiese e luoghi di culto abruzzesi - Chiesa di S.Antonio di Padova a Castelmaidetto

Tossicìa

Chiesa di S. Antonio di Padova a Castelmaidetto (Chiarino)

 
 

Il paese di Castelmaidetto, frazione di Tossica (Teramo) a m.375 s.l.m., è oggi più comunemente conosciuto come Chiarino, ed anche la segnaletica stradale si uniforma al volere degli abitanti, seppure utilizzando delle parentesi. Punto di riferimento dell’intera vallata, si dice che debba il suo nome alla presenza di un antico castello utilizzato segretamente da Lucrezia Borgia, che nel 1499 fece della vicina Castiglione della Valle il suo rifugio. Dopo che del castello, lasciato in abbandono, non ci fu più traccia, gradatamente il paese iniziò a chiamarsi Chiarino dal nome del torrente che, prima di affluire nel Mavone, scorre un po’ più a valle. Tra le case antiche e le profonde ferite lasciate dal terremoto del 6 aprile 2009 spunta la piccola Chiesa di S.Antonio di Padova. Restaurata verso la fine degli anni Settanta del secolo scorso, si presenta con copertura a capanna e campanile a vela in laterizio che sorregge due campane. Una mattonella al di sopra del semplice portale ad architrave piano reca la data del 1651, data a cui è probabile che risalga la costruzione originaria. L’interno è ad ambiente unico in cui la zona presbiteriale è separata dal resto, oltre che da un gradino, anche da una balaustra che consente un passaggio centrale. L’altare, rivolto verso il muro, per cui il sacerdote vi celebra la S. Messa rivolgendo le spalle ai fedeli, è sormontato da tre tele risalenti probabilmente a fine Ottocento. Sopra al portale trova posto in un sopralzo un piccolo spazio per i cantori, l’accesso al quale è garantito da una porticina esterna in un curioso angusto passaggio di fianco alla facciata. Sulla via principale, oltre che la bottega artigiana dell’ultimo ramaio di Castelmaidetto, deceduto nel 2005, si incontra una bella costruzione ben ristrutturata con criteri non invasivi, che per questo conserva intatto tutto il fascino della sua antichità. Vi sono stati riprodotti persino i reggilumi in materiale fittile che un tempo venivano usati sia per dare luce, seppure fioca, alle vicinanze dell’abitazione, sia per tenere freschi durante la notte certi cibi, come latte e formaggi, preservandoli nel contempo dagli animali.

Per arrivarci da Teramo, da cui dista circa Km.20 (vedi mappa): si percorre la S.S.80 in direzione di Montorio al Vomano e qui si gira a sinistra seguendo le indicazioni stradali per Tossicia. Giunti a Cerquone si gira a sinistra e si seguono le semplici indicazioni stradali.

 

Chiesa di S. Antonio di Padova a Castelmaidetto (Chiarino)

Chiesa di S. Antonio di Padova a Castelmaidetto (Chiarino)

Castelmaidetto: palazzo restaurato

Castelmaidetto: edificio ottocentesco

Castelmaidetto: passaggio voltato

Foto e testi  di Francesco Mosca

(2011)

 

Le immagini presenti in questo sito possono essere liberamente copiate,
utilizzate e distribuite, purchè non a fini di lucro e purchè,
  in caso di utilizzo, se ne citino l’autore e la fonte.

 

 
 

www.paesiteramani.it - Per dare o ricevere informazioni sull'argomento inviare una e-mail a: info@paesiteramani.it