Chiese e luoghi di culto abruzzesi - Teramo
 

HOME

Borghi

Paesi

Alba Adriatica

Ancarano

Arsita

Atri

Basciano

Bellante

Bisenti

Campli

Canzano

Castel Castagna

Castellalto

Castelli

Castiglione M.R.

Castilenti

Cellino Attanasio

Cermignano

Civitella d.Tr.

Colledara

Colonnella

Controguerra

Corropoli

Cortino

Crognaleto

Fano Adriano

Giulianova

Isola del G.S.

Martinsicuro

Montefino

Montorio al V.

Morro d'Oro

Mosciano S.A.

Nereto

Notaresco

Penna S.Andrea

Pietracamela

Pineto

Rocca S.M.

Roseto d. Abruzzi

Sant'Egidio alla V.

Sant'Omero

Silvi

Teramo

Torano Nuovo

Torricella Sicura

Tortoreto

Tossicia

Valle Castellana

L'Aquila

Ascoli Piceno

Eremi

Persone

   

Provincia di Teramo

TERAMO

altitudine: m.432 s.l.m.

abitanti (2001): 51.023

abitanti (2011): 54.957

Municipio: 0861/3241

S.Patrono:

19 dicembre, S.Berardo

   
 

Antichissima colonia fenicia, chiamata Pretut, meta delle migrazioni di varie popolazioni come i Piceni e i Sabini, spinti verso il sud, nel V secolo a.C., dalle aggressioni degli Umbri. La città fu poi conquistata da Roma, che la denominò Interamnia Praetutianorum (Terra inter amnes, tra due fiumi), e collegata stabilmente ad essa nel 117, con la costruzione della via Salaria e della più diretta via Cecilia. Durante l’impero di Augusto e di Adriano ebbe un rigoglioso sviluppo, di cui restano, sotto l’abitato medievale e moderno, varie vestigia (i templi, le terme, il teatro, l'anfiteatro, e altre strutture). Invasa a ondate dai Goti, dai Longobardi e dai Normanni, Interamnia ebbe un ritorno di splendore nel periodo angioino, intorno alla metà del dodicesimo secolo, assumendo il nome di Teramum. Del medioevo teramano restano importanti testimonianze: il portale e il campanile del Duomo, i portici, le stupende chiese di S. Antonio (l’antica S. Francesco) e S. Domenico. Fu poi facile preda di avventurieri, come Braccio da Montone e gli Acquaviva, che approfittarono anche delle secolari e violentissime lotte intestine tra le opposte fazioni; una originale testimonianza di questo periodo è la “lapide delle male lingue”, conservata presso la Biblioteca Provinciale, che ritrae due teste che si fronteggiano mostrandosi le lingue, trapassate dalle punte di un compasso.

Nel settecento e nell’ottocento Teramo ebbe una vivace vita culturale aprendosi alle idee illuministe di illustri studiosi, come Melchiorre Delfico, a cui diede i natali. Incorniciata nello scenario del Gran Sasso e dei Monti della Laga, che snoda sullo sfondo della città una formidabile corona di cime e pareti, ma anche protesa verso lo splendido mare della sua costa, a poche decine di chilometri, Teramo è ricca di storia, di natura e di una vivace vita culturale. Malgrado la sovrapposizione di una forte urbanizzazione in periodo moderno, vi sono notevoli testimonianze del passato romano e di quello medievale. Nel cuore del centro storico, tra i resti del teatro e dell’anfiteatro romano, vi è la Cattedrale, intitolata a San Berardo (del 1158, ampliata nel Trecento; tre navate; stupende monofore; portale di Diodato Romano, con bellissime statuine sulle colonnine laterali di Nicola da Guardiagrele, di cui all’interno è custodito il capolavoro, il celebre Paliotto d’argento; Polittico di Sant'Agostino, del veneziano Jacobello del Fiore e affreschi quattrocenteschi).

Tra le altre numerose chiese storiche, di cui la città è ricca, da vedere, in Largo Melatino, la chiesa di Sant'Antonio, del 1127 (portale romanico, grande bifora sull’abside esterna, interno a una navata, rifatto in età barocca), e, fuori dell’abitato, il Santuario della Madonna delle Grazie (capitelli ornati, archi semicircolari; numerosi dipinti; bellissima Madonna lignea del XV secolo; chiostro). Da visitare, inoltre, il bel Convento di San Giovanni (chiostro restaurato), il settecentesco palazzo Delfico, il Palazzo Vescovile (strutture trecentesche), la Loggia del Municipio, la Chiesa di San Domenico e Casa Capuani in via Veneto, la Biblioteca intitolata a Melchiorre Delfico, il Museo Civico (dipinti dei secoli XV-XIX, reperti archeologici, maioliche, sculture), il Museo Archeologico e la Pinacoteca, incastonati nella cornice della villa comunale, il Castello Della Monica, l’Osservatorio Astronomico di Collurania, a pochi chilometri dal centro storico, fondato nel 1890 da Vincenzo Cerulli.

La città e la sua provincia hanno tradizioni artigiane, delle quali da tempo si è avviato il recupero e la promozione: merletti e ricami a punto pittura (introdotti dalla scuola delle Suore della Carità, agli inizi dell’ottocento), artigianato orafo e soprattutto, l’arte del cuoio inciso (oggettistica, borse, cappelli, cinture, frustini, ornamenti e selle equine, ma anche elementi di arredamento, pannelli decorativi e preziose porte). Di grande rilievo la tradizione gastronomica; la cucina teramana è più che famosa per le semplici, ma raffinatissime e prelibate specialità, dai “maccheroni con le pallottine” alle “scrippelle ‘mbusse”, dal timballo alle ottime “mazzarelle”.

(informazioni tratte dal sito: www.regione.abruzzo.it)

 

Chiese nella Città di TERAMO

         

Vedi anche:

       
                         
    Cannelli: Chiesa di S.Gabriele dell'Addolorata   Chiesa di S.Emidio e S.Colomba a Caprafico di Teramo  

Castagneto: S.Maria de Praediis

 

Chiesa di S.Nicola a Cavuccio

   

Cannelli

Caprafico

Castagneto

Cavuccio

                         
    Chiesa di S. Rustico a Cerreto di Poggio Cono   Chiesa di S.Vincenzo Ferreri a Collatterrato Alto di Teramo   Complesso Parrocchiale de "Il Risorto" a Colleatterrato Basso di Teramo   Chiesa di S.Giacomo a Collecaruno di Teramo    
Cerreto Colleatterrato Alto

Colleatterrato Basso

Collecaruno

                         
    Chiesa di S. Lorenzo Martire a Colleminuccio di Teramo   Chiesa del Buon Pastore a Collurania di Teramo  

Chiesa dell'Annunziata a Forcella di Teramo

  Chiesa di S.Maria della Misericordia a Forcella di Teramo    
               
Colleminuccio

Collurania

Forcella - Annunziata

Forcella - Misericordia

                         

abbandonato    

    Chiesa di S.Martino a Forcella di Teramo  

Chiese della Madonna delle Grazie e del SS. Salvatore a Frondarola di Teramo

  Chiesa del SS. Salvatore a Frondarola di Teramo   Frunti (Teramo)    

Forcella - S.Martino

Frondarola

Frondarola-S.Salvatore

Frunti

                         
    Chiesa di S.Maria ad Melatinum a Garrano Basso di Teramo  

Chiesa della Madonna di Ponte a Porto a Frondarola (Te)

  Chiesa di S. Michele Arcangelo a Magnanella (Te)   Chiesa di S.Silvestro a Miano di Teramo    

Garrano Basso

Madonna Ponte a Porto

Magnanella

Miano

                         
    Chiesa dell'Immacolata a Monticelli di Teramo   Chiesa di S.Lorenzo Martire a Nepezzano (Te)   Cappella PROCACCI A Nepezzano  (TE)   Chiesa di S.Anastasio a Poggio Cono di Teramo    

Monticelli

Nepezzano

Nepezzano - Procacci

Poggio Cono

                         
Chiesa dell'Annunziata a Ponzano di Teramo Chiesa di S.Felice a Putignano

Chiesa di S.Stefano a Rapino (Teramo)

    Chiesa di S. Vittorino a Poggio San Vittorino di Teramo          

Ponzano di Teramo

Putignano

Rapino

Poggio San Vittorino
                         
   

Chiesa di S.Lucia a Rocciano di Teramo

 

Chiesa di S.Maria Assunta a Rupo (Te)

 

S. Giovanni in Pergulis: ruderi del campanile a vela

 

Chiesa di S.Maria ad Porcellianum a Colle Santa Maria di Teramo

   

Rocciano

Rupo

S.Giovanni in Pergulis

S.Maria ad Porcellianum

                         
    Chiesa della Madonna degli Angeli a S.Nicolo' a Tordino (Teramo)   Chiesa di S.Francesco d'Assisi a S.Nicolò a Tordino (Te)  

Chiesa di S. Pietro a San Pietro ad Lacum di Teramo

  Chiesa di Santa Croce a Sant'Atto di Teramo    

S.Nicolò a Tordino

S.Nicolò - S.Francesco

S.Pietro ad Lacum

Sant'Atto

                         

Chiesa di S.Egidio a Sant'Egidio di Teramo

Chiesa di S.Martino a Scapriano di Teramo Chiesa dell'Assunta a Sciusciano di Teramo
          Chiesa di S. Savino a Sorrenti di Poggio Cono (Teramo)    

Sant'Egidio

Scapriano Sciusciano
Sorrenti
                         
    Spiano di Teramo: Chiesa di S.Maria Assunta   Chiesa di S.Eleuterio a Tofo S.Eleuterio di Teramo   Chiesa di S.Maria della Neve a Valle S.Giovanni di Teramo  

Chiesa della Madonna del Rosario a Valle Soprana (Teramo)

   
Spiano

Tofo S.Eleuterio

Valle San Giovanni

Valle Soprana

                         
   

Chiesa di S.Pietro a Varano di Valle S.Giovanni

 

Chiesa della SS. Trinità a Varano Alto di Teramo

 

Cappella Sistilli a Villa Butteri di Teramo

  Chiesa di S.Michele Arcangelo a Villa Gesso di Teramo    
Varano Varano Alto Villa Butteri

Villa Gesso

                         
   

Chiesa della Madonna della Salute a Villa Mosca di Teramo

 

Chiesa di Villa Pompetti di Teramo

  Chiesa di S.Martino Vescovo a Villa Ripa di Torricella Sicura (Te)   Chiesa di S.Maria Assunta a Villa Romita di Teramo    
Villa Mosca Villa Pompetti Villa Ripa Villa Romita
                         
    Chiesa di S.Maria degli Angeli a Villa Schiavoni di Teramo  

Chiesa dell'Immacolata Concezione a Villa Tofo di Teramo

 

Villa Turri di Teramo: Chiesa di S. Maria Assunta

 

Chiesa di S.Francesco a Villa Vomano di Teramo (Te)

   
Villa Schiavoni Villa Tofo

Villa Turri

Villa Vomano

                         
     

Chiesa di S.Antonio da Padova a Viola di Teramo

   

 

                   

Viola

  TERAMO E GIULIANOVA - CITTA' DELL'ABRUZZO E LORO CONTORNI. Incisione all'acquaforte tratta dall'Atlante veneto dell'Abate Coronelli. Venezia, 1690  
   

TERAMO E GIULIANOVA - CITTA' DELL'ABRUZZO E LORO CONTORNI. Incisione all'acquaforte tratta dall'Atlante veneto dell'Abate Coronelli.   Venezia, 1690

   

www.paesiteramani.it - Webmaster : Francesco Mosca - Giulianova (Teramo) - e-mail: info@paesiteramani.it

Autorizzazione all'utilizzo del marchio turistico-commerciale della Regione Abruzzo: RA/20090115505 del 20/10/2009