Chiese e luoghi di culto abruzzesi - Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni

Campli

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni

 
 

Pagannoni è una frazione di Campli (Teramo) a m.195 s.l.m., divisa in tre piccoli agglomerati di case. C’è la parte più bassa, che è quella che si incontra lungo la S.P.17A che collega S. Nicolò a Tordino con Campli, la parte più alta che prende il nome appunto di Pagannoni Alto, e la parte intermedia, che appartiene propriamente a Pagannoni. Al centro di quest’ultima, incastonata tra le poche antiche case, c’è la Chiesa di San Pietro in Pensilis. Riferisce lo storico N. Palma che la località nel Medioevo si chiamasse Pensoli e che, unitamente ad Ancarano (Piancarani) e a Boceto (Villa Boceto) costituisse il feudo, di cui è traccia in un documento dell’891, di un tale Candone che aveva fissato qui la sua residenza. Trattandosi di un luogo impervio, nel tempo il nome mutò in Ripa Candoni, poi Ripacannone (in un documento del 1228) ed infine Pagannoni. La chiesa, citata per la prima volta in documenti nel 1386 ed oggi completamente ristrutturata, si presenta con copertura a capanna ed ingresso laterale. In corrispondenza della parete contrapposta all’altare si erge un campanile a vela che ospita due campane. Sulla parete esterna dell’abside è stato rimesso in opera un frammento di pietra lavorata appartenuta ad un edificio preesistente. L’interno è a navata unica con soffitto costituito da capriate a vista. Nell’abside, rialzato di un gradino rispetto al resto, trova posto un semplice altare. Sulla parete posteriore, in una coreografia rinascimentale, fa bella mostra di sè una pala d’altare in cui campeggia la figura di Gesù ai cui piedi San Pietro porge le chiavi. In prossimità dell’acquasantiera è apposto un frammento di travertino con una scritta latina che reca in testa il simbolo dei Gesuiti, sempre molto presenti in queste zone. Poco distante, incastonata nel muro, si trova la placca con la Croce delle Indulgenze concessa da Papa Leone XIII nel 1901. Sulla parte centrale di questa si legge “Iesus Christus Deus Homo Vivit Regnat Imperat MCMI” e nel cerchio esterno "Osculantibus crucem hanc in ecclesia positam et recitantibus Pater indulgentia 200 dierum semel in diem".

Per arrivarci da Teramo, da cui dista circa Km.14 (vedi mappa): si percorre la S.S.80 in direzione S. Nicolò a Tordino fino ad imboccare la superstrada per la Val Vibrata. Questa la si percorre fino al bivio per Campli, innestandosi sulla S.P.17°. Proseguendo in direzione Campli, si incontra sulla sinistra l’indicazione stradale per Pagannoni: senza girare la si supera di qualche decina di metri e poi si imbocca a sinistra una strada senza indicazioni, ma che porta fino alla chiesa.

 

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni: Pala d'altare

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni: Croce delle Indulgenze

 

 

 

Foto e testi  di Francesco Mosca

(2011)

 

 

Le immagini presenti in questo sito possono essere liberamente copiate,
utilizzate e distribuite, purchè non a fini di lucro e purchè,
  in caso di utilizzo, se ne citino l’autore e la fonte.

 

 

Chiesa di S.Pietro in Pensilis a Pagannoni

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni: frammento rimesso in opera

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni

Chiesa di S. Pietro in Pensilis a Pagannoni: frammento con scritta latina

Pagannoni: vecchia abitazione

 

 

www.paesiteramani.it - Per dare o ricevere informazioni sull'argomento inviare una e-mail a: info@paesiteramani.it