Eremi e luoghi fortificati abruzzesi - Eremo di Santa Colomba a Pretara

HOME

Borghi

Chiese

Eremi

Capestrano

Castel Manfrino

Fano Adriano

Frattagrande

Gole Salinello

Grotta S. Angelo

Montegualtieri

Nocella - Torre

Pacentro

Rocca Calascio

Rocca Roseto

San Bernardino

San Nicola

Santa Colomba

S.Eusanio Forc.

S.Maria di Pagliara

Persone

Eremo di Santa Colomba a Pretara

 

L'Eremo di Santa Colomba si trova in territorio di Isola del Gran Sasso d'Italia (Teramo), frazione Pretara. E' abbarbicato su uno spuntone di roccia quasi sulla vetta del Monte Infornace, a m.1.234 s.l.m. Risalente al XVII secolo, è poco più di una cappella, dotata di tre finestre, e potrebbe tranquillamente essere scambiata per una semplice baita, se non fosse per una rassicurante campana sorretta da un piccolo campanile a vela. L'interno è a forma trapezoidale, con il presbiterio rialzato di due gradini. Sull'altare troneggia la statua di Santa Colomba e di fianco è visibile un'apertura che un tempo custodiva le reliquie della Santa. Su una lapide apposta su una parete si legge "ANNO DOMINI MDCXXXXVII  SACERDOS D.ROMUALDUS TATTONUS INSULANUS CARITATE SUIS MANIBUS FECIT HOC OPUS. FR. IO. EREMITA MINISTRANTE". All'esterno, sopra la porta d'ingresso, un'altra lapide recita: "A SANTA COLOMBA, CONTESSA DELL'UNI-VERSITA' DI PAGLIARA E SORELLA DI SAN BERARDO VESCOVO DI TERAMO, IL POPOLO DI PRETARA IN SENTITO RICORDO DEL CENTENARIO DEL RITROVAMENTO DEI RESTI MORTALI DELLA SANTA, REGINA DEI NOSTRI MONTI. PRETARA 1. SETTEMBRE 1992. H. MT.1234." Sul significato ascetico e mistico della montagna e sull'avventura alpinistica di Santa Colomba sul Gran Sasso leggi l'interessante saggio dell'ing. Camillo Berardi.

Colomba e Berardo erano figli dei Conti di Pagliara ed abbandonarono gli agi loro garantiti dalla ricca famiglia cui appartenevano per dedicare la propria vita alla meditazione ed al sacrificio. Tra le leggende che avvolgono la vita della Santa, le più diffuse sono quella che parlano dell'impronta della sua mano che sarebbe rimasta impressa su una roccia che si incontra durante la salita all'Eremo e quella del cosiddetto "Pettine di Santa Colomba", che per alcuni sarebbe una serie di incisioni parallele (come i denti di un pettine) su una roccia piatta nei pressi dell'Eremo. Ogni 1° settembre dai paesi della valle numerosi devoti si recano in processione alla chiesetta, nel piccolo spiazzo di fronte alla quale viene poi celebrata una S.Messa, snodandosi cantando lungo l'impervio sentiero (leggi il "Canto ispirato a Santa Colomba").

Per arrivare a Santa Colomba da Teramo (vedi mappa): prendere la superstrada per Roma e poi l'Autostrada uscendo a S.Gabriele-Colledara, o in alternativa andare verso Montorio al Vomano e poi verso Isola del Gran Sasso (Teramo) percorrendo la S.S.80. A Isola del Gran Sasso prendere per Pretara e superare sia l'Eremo di S.Nicola che il piccolo parco attrezzato lungo le cascatelle del fiume Ruzzo. Un paio di chilometri più avanti girare verso Piano del Fiume. Qui occorrerà lasciare l'automobile (in un boschetto con un fresco fontanile) e proseguire a piedi per circa un'ora.

Eremo di Santa Colomba: la chiesetta, lato nord

Eremo di Santa Colomba: la lapide sopra laporta d'ingresso della chiesetta

Eremo di Santa Colomba: l'indicazione dell'Ente Parco nei pressi della chiesetta

L'Eremo di Santa Colomba tra i monti sopra Isola del G.Sasso (Te)

 

 

Foto e testi di Francesco Mosca

(2009)

 

 
Le immagini presenti in questo sito possono essere liberamente
copiate, utilizzate e distribuite, purchè non a fini di lucro
e purchè, in caso di utilizzo, se ne citino l’autore e la fonte.
 
 

Eremo di Santa Colomba: la chiesetta, ingresso

Eremo di Santa Colomba: paesaggio suggestivo, percorso ardito ma sicuro

Eremo di Santa Colomba: la porta di ingresso della chiesetta

Eremo di Santa Colomba: percorso in mezzo alla natura selvaggia e suggestiva

Sarcofago di Santa Colomba (fonte: dalla rete)

 

 
 

www.paesiteramani.it - Per dare o ricevere informazioni sull'argomento inviare una e-mail a: info@paesiteramani.it